Cucina di carne e di pesce a base di prodotti del territorio romagnolo


Rinomato ristorante di specialità marinare e di terra, propone ricette tradizionali riscoperte e curate dallo Chef Giuliano Canzian. È a partire dalla selezione meticolosa delle materie prime che si sviluppa la cucina del Ristorante dallo Zio, seguendo stagionalità e ritmi delle attività locali quali la pesca.

Tradizione e innovazione si uniscono a tavola, nel segno dell'autenticità: dalle crudità di pesce, servite al naturale per esaltarne il sapore, ai primi ripieni fatti a mano, fino alle tagliate di manzo su pietra ollare e ai particolari dessert, tutto è curato nei minimi dettagli, per permettere all'ospite di dedicarsi unicamente al piacere del gusto.

Le ricette della tradizione riminese: scopri come preparare a casa tua i piatti della cucina romagnola che "non mancano mai" sulle nostre tavole! Buon appetito!
Scarica il quaderno delle ricette»




Scoprire nuovi accostamenti, semplici ma inaspettati, prestando attenzione a ogni singola componente a partire da quelle più basilari quali olio e sale, è per la nostra cucina una missione quotidiana. Assieme ai pilastri più tipici della tradizione romagnola di carne e di pesce il nostro menù propone infatti alcuni piatti differenti per origini e composizione, spaziando nel grande patrimonio della cucina italiana.
La cantina offre un ampio assortimento di vini romagnoli e marchigiani, assieme a etichette nazionali e internazionali di pregio.

Dalle barche di Rimini alla tavola


Cosa accade quando si ha più di cent’anni di vita?

È una sera del 1965. Seduti al Bar Italia, nella popolare "Piazzetta delle poveracce", Saura Stianti e Giovanni Santolini, nipoti di commercianti di pesce da più generazioni, decidono di aprire un piccolo ristorante di qualità. Avrà sede in una casetta ottocentesca di via Santa Chiara, a due passi dall'Arco d'Augusto, e si chiamerà "Dallo Zio", soprannome di Giovanni.

Per un quarto di secolo il ristorante servirà pesce freschissimo, cucinato secondo la più genuina tradizione marinara romagnola. Il locale sarà frequentato e apprezzato sia dagli intenditori riminesi che dai numerosi personaggi ospiti della riviera, da Federico Fellini e Giulietta Masina a Michelangelo Antonioni, da Gino Paoli a Lucio Battisti, da Rossella Falk a Beppe Grillo, da Riccardo Muti a Roman Vlad. Sarà scoperto e segnalato anche dalle prime guide gastronomiche.

Nel dicembre del 2003 lo chef Giuliano Canzian, diplomato alla scuola alberghiera e con esperienze in diversi ristoranti del riminese, rileva questo ormai storico locale e lo restaura accuratamente, deciso a riportarlo ai vecchi splendori ma anche a rinnovare significativamente la linea gastronomica. Da marzo 2009 Giuliano propone una cucina basata sull'utilizzo delle sole materie prime del territorio riminese sia di terra che di mare, proprio per riscoprire i sapori delle nostre origini e valorizzare le risorse della ricca e produttiva Romagna.